Taranto, Terni e Piombino: l’acciaio torna in mani italiane

Le storiche fabbriche verso un controllo statale o nuovi investitori locali, come Marcegaglia e Arvedi che puntano a riprendere il controllo del settore siderurgico.